Avvisi e calendario di domenica 29 gennaio 2017

FAMIGLIA DI GESU’, MARIA E GIUSEPPE

Da quando Gesù ha scelto la Famiglia come luogo per nascere, vivere la sua esperienza umana più lunga, da allora la Famiglia è sotto il segno della Divina benevolenza.

Ma questo non significa evitare alla famiglia la prova, le difficoltà o i diversi problemi umani, economici, psicologici ed educativi. Occorre però leggere e guardare tali problemi alla luce della fede; sempre, anche quando costa.

L’esperienza della forza dell’amore e della comunione è una vera esperienza liberante nel matrimonio. Nel matrimonio si sperimenta anche il limite dell’amore: assuefazione, indifferenza, infedeltà, inappetenza; non si può certo nascondere la forza del peccato che ha rovinato anche le cose più belle e più grandi.

Pur nella bellezza della gioia, del dialogo e della comunione ogni coppia avverte però che il cuore è fatto “per oltre”, la sete dell’amore non può essere appagata pienamente se non in Dio.

La Famiglia, anche la più bella e riuscita richiama a Dio che è Famiglia Trinitaria: la molteplicità delle persone si fonda in unità profonda.

Mi sembra bello allora, in questa Festa della Famiglia, che le coppie, i giovani che si preparano al matrimonio sappiano esprimere questo richiamo a ciò che è “oltre” e la dimensione religiosa non sia solo una vernicetta da mettere in qualche momento dell’anno, ma sia come l’aria che entra nei nostri polmoni. Senza di essa c’è la morte! Così non mi stancherò mai di ripetere fino alla noia, la verità che ogni famiglia sperimenterà la bontà del Signore se prega, e se prega come coppia: la famiglia che prega unita, rimane unita.

Non occorrono lunghi e pizzosi momenti per i figli, basterebbe alla sera e al mattino, insieme recitare una preghiera, leggere qualche frase del Vangelo… Sì, occorre un minimo di organizzazione, ma sarà possibile; basta volere.

Lo scorso 19 marzo il Papa ci ha offerto l’Esortazione Apostolica “Amoris Laetitia”, affermando quanto sia importante per la Chiesa contemplare e annunciare la gioia dell’amore che si vive in famiglia ed è proprio partendo da questa affermazione che auspico che le famiglie elaborino uno “stile di vita” che riaffermi nella concretezza la gioia dell’amore vissuto e l’attenzione alle persone che incontriamo nella quotidianità.

Vogliamo allora incoraggiare tutte le famiglie a riscoprire e valorizzare gesti semplici e quotidiani di accoglienza, capaci non solo di generare uno “stile di vita” evangelico, ma anche di testimonianza che fa della famiglia un “soggetto di evangelizzazione” unico ed insostituibile.

Questa domenica, tutti insieme, pregheremo così nella prima orazione durante la Santa Messa: “concedi ai coniugi le grazie della loro missione di sposi e di educatori e insegna ai figli l’obbedienza che nasce dall’amore”.

Vorremmo deporre un aiuto concreto per le famiglie povere e bisognose e un proposito semplice ma significativo; immettere nella famiglia la forza atomica della preghiera: distruggerà ogni inquinamento e deporrà i germi di una vita buona, virtuosa, cioè cristiana.

don Mauro

Avvisi e Calendario

20170129AvvisiECalendario