Avvisi e calendario domenica 19 Novembre 2017

OGGI, SARÒ IN FESTA CON TE

Mi scuso con i parrocchiani di Arnate se in questo numero parlo della Festa patronale di Madonna in Campagna, ma sono convinto che riscoprire il vero motivo per fare festa, riguardi un po’ tutti.

“Nell’anno 1948 nel clima di ritrovato entusiasmo del dopo guerra e della novella parrocchia, nasce il Palio dei quattro rioni!” 

Anno dopo anno, eccoci arrivati al 69° Palio(1948-2017). Pur conoscendo qualche fatica e un po’ scoraggiati dalle procedure burocratiche sempre più asfissianti e complicate eccoci finalmente arrivati a vivere la nostra Festa patronale. E una Festa è sempre vissuta con la sua nota di gioia! Luci, voci esultanti, sorrisi, suoni, amici e parenti, riti… tutto fa gioia.

Ci domandiamo: c’è ancora posto nel cuore della nostra gente, frettolosa e distratta, in un momento di violenze e di odi sempre insorgenti, nel cuore di uomini storditi da un chiasso creato per dimenticare il vuoto di cose belle e buone? C’è ancora senso in costoro per la nostra Festa?

Per chi ha la fortuna di credere ed attento ai richiami di Dio sente il bisogno anche di una Festa. Egli sa che la sua vita si pone in un quadro più vasto del suo, si sente parte di una Comunità che ha una storia più grande della sua piccola storia. Riti e celebrazioni, concentrati in un sol giorno, ci fanno rivivere tutto un arco di vita storica, ricca di valori che non devono essere dimenticati.

Ben venga la nostra Festa a ricordarceli e a riviverli, così come li hanno vissuti i nostri padri. Le foglie che, in questo autunno, cadono ad una ad una sotto i nostri occhi, lasciando i rami nudi e spogli, fanno pensare alla caducità delle cose umane. La nota di fondo, il vero senso e significato di ogni Festa devono venire da un attaccamento a ciò che dura oltre il tempo. La vita di ognuno di noi si spoglia, ogni giorno, di tutti quei fronzoli che, per troppi, sono il motivo unico per vivere. Il tempo fa perdere i soldi, distrugge la bellezza, fa svanire i sogni dorati, corrode la salute.

Sono foglie che cadono…! La vita di una pianta è nelle radici, nel tronco che sfida il crudo inverno. La vita di un uomo è radicata in un rapporto con Dio, nella preghiera, alimentata e sorretta dalla fede, donata agli altri nell’amore.

E’ questo il richiamo che ci offre la nostra Festa patronale. Preghiera, Fede, Amore,tre parole, un solo impegno per noi!

E’ un invito che mi permetto di rivolgere a tutti gli impegnati nella pastorale, ai parrocchiani di buona volontà, per una testimonianza sincera ai fratelli lontani. In questo ci aiuti e ci guidi Maria, la nostra cara Mamma e Patrona.

don Mauro

20171119_avvisiNew