Avvisi e Calendario di domenica 24 maggio 2015

PentecostePENTECOSTE

Celebriamo oggi la Solennità della Pentecoste in cui ricordiamo come subito dopo la Risurrezione e la sua Ascensione al cielo Gesù ha donato lo Spirito Santo agli Apostoli e a Maria, riuniti nel Cenacolo in preghiera (Atti 2,1-13). Nel giorno della Pentecoste noi celebriamo il sorgere della Chiesa. Gli apostoli, infatti,  ricevuto lo Spirito di Gesù, iniziano la loro missione di annunciatori del Vangelo agli uomini di tutti i tempi. E’ bello per noi sapere che ancora oggi è lo Spirito Santo che guida e sorregge la Chiesa. Apriamo il nostro cuore al dono dello Spirito Santo e lasciamo che sia Lui il protagonista, nella nostra vita.

L’occasione di questa solennità mi offre l’opportunità di qualche pensiero e riflessione sullo Spirito Santo.

Che cosa fa lo Spirito Santo nella nostra vita? Potrebbe essere questo l’interrogativo in grado di aiutarci a vivere la Pentecoste come l’opera dello Spirito Santo in ogni cristiano e in ogni Comunità cristiana.

Lo Spirito Santo ci aiuta a prendere sempre più conoscenza di due verità fondamentali per la nostra vita di fede nella Chiesa. La prima è che Dio è nostro Padre e la seconda è che Gesù è il Signore della nostra vita.

La vita cristiana consiste essenzialmente in una relazione con una persona vivente: Gesù Cristo.

Si tratta di una relazione davvero particolare, fuori dal comune; una relazione che dà un senso pieno alla vita, che cambia la vita; una relazione che aiuta a valorizzare la vita al punto da farla diventare dono gratuito per gli altri; una relazione che realizza pienamente e rende felici.

L’uomo è chiamato ad accogliere e a dare il proprio consenso libero e consapevole. La fede è l’adesione alla proposta di Dio. Lo Spirito Santo, effuso come dono gratuito di Dio nel Battesimo e ancor più nel Sacramento della Confermazione (= Cresima), aiuta l’uomo a dire sì al Signore e ad accogliere il dono della sua amicizia. Come ogni relazione umana, così anche la relazione spirituale con il Signore va coltivata nella vita di ogni giorno, con la preghiera, con l’ascolto e la meditazione della Parola, con la frequenza ai sacramenti, con l’Eucarestia celebrata e partecipata pienamente, con la fraternità testimoniata.

Tutto questo non è facile! Ma lo Spirito Santo sostiene il cristiano nel realizzare, giorno dopo giorno, la sua relazione con il Signore. Soprattutto gli dona la capacità di vivere in continuo ascolto, come la sintonia che si stabilisce tra due amici. Lo Spirito Santo aiuta il cristiano a vivere nella quotidianità la sua amicizia con il Signore, nella fedeltà e nella coerenza, sino al dono supremo di sé, qualora vi fosse chiamato.

Lo Spirito Santo sostiene il cristiano nel suo cammino di purificazione, di ascesi e di costruzione della sua personale Santità. La Santità, che è la realizzazione piena per ogni cristiano, non è possibile senza l’azione dello Spirito Santo, e senza una piena e responsabile sinergia tra il dono di Dio e la volontà dell’uomo. Lo Spirito Santo consente al cristiano di affrontare la gara della santità e di arrivare vittorioso al traguardo. Ma bisogna lasciarlo lavorare!

Tutti formiamo l’unico corpo di Cristo. Non importa se proveniamo dal nord o dal sud d’Italia e del mondo; è secondario se uno è professore e l’altro è operaio; non conta più di tanto se in Parrocchia siamo cresciuti sotto la guida di quel prete o di quella suora … tutti possiamo essere aiutati dall’unico Spirito a recitare insieme, da fratelli e sorelle, il “ Padre nostro”, consapevoli che chi edifica e dirige la Chiesa ultimamente non siamo noi, ma è il Signore Risorto!

E allora, anche per noi, oggi sarà di nuovo Pentecoste! Accogliamo lo Spirito Santo nella fede! Lasciamoci guidare docilmente dallo Spirito di Gesù.

don Mauro

Avvisi e Calendario

20150524AvvisiECalendario